Archivi del mese: marzo 2013

La rinunzia di Benedetto e l’elezione di Francesco. Domanda: chi è il Papa?

papa-francesco-e-papa-benedetto-XVI(di Roberto de Mattei su Il Foglio del 28-03-2013) La domanda “chi è il Papa?” sorge spontanea ogni qual volta è eletto un nuovo Pontefice, soprattutto quando il suo nome o la sua storia personale sono ignoti al grande pubblico. Tale non fu il caso del cardinale Joseph Ratzinger, romano di adozione, dopo tanti anni passati come prefetto della congregazione per la Fede, ma tale fu il caso di Karol Wojtyla, venuto da Cracovia, e lo è oggi di Jorge Mario Bergoglio, giunto da una diocesi ancora più lontana, ai confini del mondo, come egli stesso ha detto il giorno della sua elezione.È comprensibile che nei primi giorni e settimane successivi all’elezione si cerchi di scandagliare il passato prossimo o remoto del nuovo Pontefice, di conoscerne le idee, le tendenze, le abitudini, per dedurre dalle parole e dai gesti del passato il programma del nuovo pontificato. Il volume El jesuita. Conversaciones con el cardenal Jorge Bergoglio (Vergara, Buenos Aires 2010, a cura di Sergio Rubin e Francesca Ambrogetti), delinea già il volto di un papabile, e merita di essere conosciuto. leggi tutto

Francesco I sulla Cattedra di Pietro

L'ARGENTINO BERGOGLIO E' PAPA FRANCESCO(di Roberto de Mattei su Corrispondenza Romana.it) La Chiesa ha un nuovo Papa: Jorge Mario Bergoglio, il primo Papa non europeo, il primo Papa latino americano, il primo Papa di nome Francesco. I mass-media cercano di indovinare, attraverso il suo passato di cardinale, di arcivescovo di Buenos Aires e di semplice sacerdote, quale sarà il futuro della Chiesa sotto il suo pontificato. Di quale “rivoluzione” sarà portatore? Hans Küng lo definisce «la migliore scelta possibile» (“La Repubblica”, 14 marzo 2013). Ma solo dopo la nomina dei suoi collaboratori e dopo i suoi primi discorsi programmatici si potranno prevedere le linee del pontificato di Papa Francesco. Per ogni Papa vale quello che disse, nel 1458, il cardinale Enea Silvio Piccolomini al momento della sua elezione, con il nome di Pio II: «dimenticate Enea, accogliete Pio». leggi tutto

Lo Spirito Santo e il prossimo Conclave

Spirito Santo(di Roberto de Mattei su Corrispondenza Romana del 06-03-2013) Gli occhi di tutto il mondo, non solo dei cattolici, sono rivolti in questo momento a San Pietro, per conoscere chi sarà il nuovo Vicario di Cristo. L’attesa che si manifesta alla vigilia di ogni Conclave è questa volta più accorata ed intensa, per il succedersi di eventi che lasciano sgomenti e confusi. leggi tutto

Il tempo di reagire e lottare in difesa del bene e del vero

lottare per il bene e per il vero(di Roberto de Mattei su Radici Cristiane) Più o meno negli stessi giorni, il governo socialista di François Hollande in Francia e quello conservatore di David Cameron in Inghilterra, hanno portato avanti il progetto di legalizzazione del cosiddetto matrimonio omosessuale, dimostrando l’esistenza di un “pensiero unico” trasversale ai partiti di sinistra e di destra oggi nel mondo. In Italia il “matrimonio omosessuale” costituisce uno dei punti qualificanti del programma del Partito Democratico di Pierluigi Bersani, ma non ha veri oppositori a destra. Vittorio Feltri, ad esempio, direttore del principale quotidiano di centro-destra, di proprietà della famiglia Berlusconi, è da sempre, in nome della libertà e della laicità dello Stato, un sostenitore dei “diritti gay”, compresa l’adozione dei bambini da parte di coppie omosessuali. leggi tutto