Archivi del mese: luglio 2016

L’Haec Sancta (1415), un documento conciliare che fu condannato dalla Chiesa

(Roberto de Mattei, Corrispondenzaromana.it, 20 luglio 2016)

Il Concilio di Costanza (1414-1418) è annoverato tra i 21 Concili ecumenici della Chiesa, ma un suo decreto, la Haec Sancta del 6 aprile 1415 è considerato eretico, perché afferma la supremazia del Concilio sul Romano Pontefice. A Costanza, la Haec Sancta ebbe la sua applicazione nel decreto Frequens, del 9 ottobre 1417, che indiceva un Concilio cinque anni più tardi, il successivo dopo altri sette anni e poi uno ogni dieci anni. leggi tutto

Nizza: la guerra di religione continua

nizza-463x278(Roberto de Mattei su Il Tempo del 16/07/2016) Ha ragione Papa Francesco quando, da oltre un anno, afferma che è già in corso la “terza guerra mondiale”, combattuta “a pezzetti”, ma bisogna aggiungere, che si tratta di una guerra di religione, perché religiosi sono i moventi di chi l’ha dichiarata, e rituali sono perfino gli omicidi che in suo nome vengono perpetrati. leggi tutto

Quando tutta l’Europa era scomunicata

Cuando toda Europa estuvo excomulgada (Roberto de Mattei, Corrispondenzaromana.it, 13 luglio 2016)

Ci fu un’epoca in cui tutta l’Europa cristiana si trovò scomunicata, senza che nessuno fosse eretico. Tutto cominciò il 27 marzo 1378 quando, quattordici mesi dopo il suo ritorno a Roma da Avignone, venne a morire il Papa Gregorio XI.  Al conclave, che per la prima volta dopo 75 anni  si svolse in Vaticano, parteciparono sedici cardinali dei ventitré allora presenti nella Cristianità. Di questi la grande maggioranza erano francesi. Era una conseguenza del lungo periodo avignonese. leggi tutto

Eppure Dio punisce

Eppure Dio punisce (Roberto de Mattei, Radici Cristiane, 11 giugno 2016)

Oltre al concetto di penitenza, ce n’è un altro, che ripugna ai contemporanei in modo altrettanto radicale: quello di castigo o di punizione divina. All’idea di un Dio che, irato, castighi l’umanità peccatrice, si sostituisce quella di un Dio misericordioso ed infinitamente indulgente. Questo atteggiamento falsamente pietoso è esploso nelle sue contraddizioni dopo la morte di Marco Pannella, promotore di divorzio ed aborto, droga ed eutanasia, pornografia ed omosessualismo. Eppure, il peccato pubblico e permanente è contro lo Spirito Santo, dunque di quelli che, secondo san Paolo, Dio non perdona… leggi tutto