De Mattei: “Il neo-modernismo divide la Chiesa cattolica in due religioni”

Cari amici di Duc in altum, nei giorni scorsi il professor Roberto de Mattei, studioso e storico della Chiesa ben noto a voi tutti, ha concesso una significativa intervista a Die Freie Welt. Un dialogo, come al solito lucido e privo di reticenze, circa la situazione nella Chiesa e nella curia romana, il prossimo sinodo amazzonico, la rivoluzione all’Istituto Giovanni Paolo II, i nuovi cardinali scelti da Bergoglio. Per gentile concessione del professor de Mattei vi propongo qui l’intervista nella versione italiana. leggi tutto

Il “suicidio assistito” della Chiesa e della società

Tutta l’attenzione in questi giorni, in Italia, è concentrata sulla crisi politica. Ma esiste un’altra crisi, più grave e più vasta, che costituisce il profondo retroterra della crisi politica: è la crisi religiosa e morale dell’Occidente. La crisi politica è visibile, entra attraverso i media nelle nostre case e anche un occhio o un orecchio distratto la percepisce. leggi tutto

L’Istituto Giovanni Paolo II è caduto. Ma con onore?

Nella battaglia epocale in corso all’interno della Chiesa, un torrione è caduto: l’istituto Giovanni Paolo II. Per situare l’evento nel suo contesto è utile l’articolo di George Weigel, dal significativo titolo I vandali saccheggiano Roma…di nuovo). Secondo Weigel, dopo il Concilio Vaticano II si aprì una «guerra di successione» tra «due gruppi di teologi riformisti precedentemente alleati», che si riconoscevano in due riviste, Conciliume Communio: ultraprogressista la prima, moderata la seconda. La posta in gioco era la battaglia per «il controllo delle facoltà nei dipartimenti di teologia di tutto il mondo». leggi tutto

Corrispondenza Romana risponde ad Avvenire

E’ triste vedere un uomo che invecchia perseverando negli errori. E’ questo il caso di Pier Giorgio Liverani, direttore (1981-1983) e poi inviato speciale del quotidiano della CEI Avvenire, e uno dei fondatori del Movimento per la Vita, nato all’indomani dell’approvazione della sciagurata legge 194 che introduceva in Italia l’aborto. leggi tutto

Il principio di legalità si estingue nella Chiesa?

Se Papa Francesco dovesse essere accusato di un crimine da qualche giudice, in qualsiasi parte del mondo, dovrebbe spogliarsi della sua carica di Sommo Pontefice della Chiesa cattolica e sottomettersi al giudizio di un tribunale. È questa la conseguenza logica e necessaria della clamorosa decisione con cui la Santa Sede ha privato dell’immunità diplomatica il nunzio apostolico in Francia, mons. Luigi Ventura, accusato di molestie sessuali.  leggi tutto

Sinodo Amazzonia. Signori cardinali e vescovi, davvero volete questa Chiesa?

Riprendiamo dal blog di Aldo Maria Valli Duc in Altum, questa analisi del  professor Roberto de Mattei dell’Instrumentum laboris pubblicato dal Vaticano in vista del sinodo dei vescovi sull’Amazzonia, in programma nel prossimo ottobre (https://www.aldomariavalli.it/2019/06/20/sinodo-amazzonia-signori-cardinali-e-vescovi-davvero-volete-questa-chiesa/). leggi tutto

Un eccezionale documento: l’intervista di mons. Viganò al Washington Post

L’ampia intervista che l’arcivescovo Carlo Maria Viganò ha rilasciato a Chico Harlan e Stefano Pitrelli sul Washingon Post del 10 giugno (Archbishop Carlo Maria Viganò gives his first extended interview since calling on the pope to resign) è di eccezionale importanza per diversi motivi. leggi tutto