Autore: Roberto de Mattei

Home / Archivi per Roberto de Mattei

Gli articoli di Roberto de Mattei

CR1843-Foto-01

Verso la guerra globale? Ducunt fata volentem, nolentem trahunt

Mentre missili e droni solcano i cieli dal Mar Nero al Mediterraneo, la preoccupazione delle diplomazie occidentali sembra essere quella di procrastinare il più possibile una conflagrazione generale da tutti ritenuta inevitabile. Una delle ragioni di questo pessimismo è l’apparente mancanza di una via di uscita di fronte a questioni internazionali sempre più intricate, come quelle dell’Ucraina e del Medio Oriente. Solo una visione assiologica della politica potrebbe offrire uno spiraglio di luce, ma oggi ogni Stato, ogni coalizione, fa proprie le categorie di Carl…

CR1842-Foto-01

La Dichiarazione Dignitas infinita e il mistero della Chiesa nel nostro tempo

L’8 aprile 2024 il Dicastero per la Dottrina della Fede, presieduto dal cardinale Víctor Manuel Fernández, ha pubblicato la Dichiarazione Dignitas infinita sulla dignità umana, con l’approvazione “ex audientia” di papa Francesco. Il cardinale Fernández, soffermandosi nell’Introduzione della Dichiarazione sulla sua genesi, chiarisce che il primo impianto del testo, che risale al 2019, si deve al suo predecessore, il cardinale Luis Francisco Ladaria Ferrer. La «dignità infinita» che dà il titolo alla Dichiarazione, ha il suo fondamento nella definizione classica della persona come «sostanza individuale di natura razionale»…

CR1841-Foto-01

La Pasqua delle tre encicliche

Il titolo “La Pasqua delle tre encicliche” vuole ricordare tre importanti documenti emanati da papa Pio XI a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro nel marzo del 1937. Tre Encicliche che si rivolgevano a tutti i cattolici del mondo e che mantengono ancora oggi la loro attualità. Pio XI, ottuagenario e convalescente dopo una lunga malattia che lo aveva immobilizzato per mesi, affrontava tre gravi sfide poste alla Chiesa dalle ideologie anticristiane del suo tempo: il neopaganesimo della Germania hitleriana, con la Mit brennender Sorge;il comunismo…

Pasqua di guerra e l’Occidente che muore

Pasqua di guerra e l’Occidente che muore

Le fiamme della guerra, della violenza, del terrore divampano nel mondo in questa Pasqua del 2024. Mentre la Russia attacca le città ucraine con i suoi missili ipersonici, un attentato colpisce il cuore di Mosca: la strage è rivendicata dall’Isis ed è consumata con la stessa efferatezza con cui il 7 ottobre Hamas ha aggredito lo Stato di Israele. L’Europa, lambita dalla guerra ai suoi confini, nel Consiglio europeo del 20-21 marzo a Bruxelles, rivela la sua incapacità ad armarsi per difendersi. Il ministro della…

CR1839-Foto-01

Sul centenario della morte di Lenin (1924-2024)

Un’atmosfera di penombra ha avvolto il centenario della morte di Vladimir Ilich Ul′janov, noto con lo pseudonimo di Lenin, una delle figure più criminali della storia. Morto il 21 gennaio 1924 a Mosca, a causa di una paresi, era nato 54 anni prima a Simbirsk, sulla sponda occidentale del Volga. Figlio di un ispettore scolastico, Vladimir Ul′janov fu un tipico prodotto di quella Russia fine secolo, nella quale, come scrisse Curzio Malaparte, «il fanatismo piccolo borghese andava dal liberalismo marxista al cristianesimo marcio di Tolstoi» (Il…

CR1838-Foto-01

Papa Francesco invita l’Ucraina alla resa?

In un’intervista alla Radiotelevisione svizzera, anticipata dalle agenzie il 9 marzo, Papa Francesco ha chiesto all’Ucraina di avere il coraggio di alzare bandiera bianca e negoziare. «Credo – ha affermato – che è più forte chi vede la situazione, chi pensa al popolo, chi ha il coraggio della bandiera bianca, di negoziare. E oggi si può negoziare con l’aiuto delle potenze internazionali. La parola negoziare è una parola coraggiosa. Quando vedi che sei sconfitto, che le cose non vanno, occorre avere il coraggio di negoziare. Hai vergogna,…

CR1836-Foto-03

Due libri di Dominique Tassot smontano l’evoluzionismo

L’evoluzionismo è, da 150 anni a questa parte, la matrice di innumerevoli errori in tutti i campi, compreso quello religioso. L’accusa di “indietrismo” rivolta da papa Francesco ai difensori della Tradizione cattolica implica, ad esempio, una concezione evoluzionista della vita della Chiesa, basata sul principio per cui il “dopo” è sempre meglio del “prima”, il futuro è sempre più perfetto del passato, con il conseguente capovolgimento del principio metafisico secondo cui il più non può venire dal meno, l’effetto non può essere superiore alla causa…

Iscriviti alla Newsletter